Storia2017-09-25T07:45:21+00:00

Storia del Coro Alpino Trentino di Gardolo

Nell’agosto 1949 alcuni volonterosi, a quel tempo molto giovani, ma animati di gran buona volontà, iniziarono a muovere i primi passi nel campo della musica popolare cantata: vede così la luce il Coro Negritella, con il maestro Alfeo Caracristi.

Nel 1952, per ragioni vuoi affettive (la maggior parte dei coristi lavorava allo stabilimento Caproni), vuoi di riconoscenza (quell’azienda aveva concesso il proprio generoso patrocinio), il sodalizio converte la propria denominazione in quella di Coro Alpino Caproni Negritella.Nel 1955, a causa dell’indisponibilità del maestro Alfeo Caracristi, il Coro cessava la sua attività, con grande rammarico dei coristi da tempo allenati a coltivare l’amore per il bel canto in schietto spirito di amicizia. Qualche anno dopo, un gruppetto di questi ex coristi, affetti dalla nostalgia di sempre e ricaricati di buona volontà, concordano di riprendere la strada antica, ricominciando a fare coro, in concorso con alcuni elementi del Coro parrocchiale. Al nuovo coro, di matrice polifonico-popolare, il 1 aprile 1967 viene dato il nome di Corale Savino Giacomoni.L’evolversi dell’esperienza porta sempre con sè adattamenti e modificazioni e così, sia per conformarsi in modo più confacente alla timbrica vocale dei singoli coristi, sia per non deludere l’appassionato ritorno al canto popolare e di montagna, la Corale matura definitivamente la propensione a convertirsi in Coro di montagna.Il 1974 vede la nascita del Coro Alpino Trentino, idealmente sempre legato al ricordo di Savino Giacomoni, pur nella sua nuova denominazione.

In pochi anni esso matura un’ esperienza artistica ed umana che permette di raggiungere i primi importanti successi, dapprima nei comuni limitrofi, poi fuori regione e, nel 1975, in Germania, con la prima trasferta a Ludenscheid, nel circondario di Dusseldorf, seguita dopo pochi mesi da un secondo concerto ad Ebingen, nel Waden-Wuttenberg ed una terza trasferta a Schoendorf, sempre in Germania.La voglia di fare nuove amicizie porta, nel 1976, ad un gemellaggio con l’associazione alpinistica D.A.V. (Deutsche Alpenverein) di Altdorf, in Baviera. L’anno successivo le due associazioni si incontrano in Trentino in occasione di una gita sul Brenta e, sempre nello stesso anno, il Coro tiene un altro concerto ad Altdorf, siglando ufficialmente il gemellaggio.Nel 1981 nasce una nuova amicizia con la cittadina di Schwabach, dove il coro effettuerà numerosi concerti. A tutto il 2013 ben 68 sono state le trasferte del coro in terra tedesca.